Ridere di se stessi: imparare l'autoironia

L'autoironia, ovvero la capacita' di ridere di se stessi, e' di grande aiuto per vivere gli eventi che ci accadono piu' serenamente e con maggiore leggerezza. Oltre ad aiutarci a vivere la vita con leggerezza, la persona capace di autoironia appare (ed e') libera del peso del giudizio altrui, in quanto la capacita' di ridere di cio' che le accade la aiuta a non mettere il proprio ego al centro, ed allo stesso tempo sa decentrarsi e guardare un evento drammatico da un'altra prospettiva, quella che le permette di cogliere anche il lato umoristico! Se credi che questa abilita' non ti appartenga, e desideri imparare anche tu a vivere la vita con piu' leggerezza, contatta la psicologa.

Ridere di se stessi: imparare l'autoironia

La maggior parte di noi per divertirsi guarda programmi televisivi comici, dove vengono offerti racconti o scene comiche solitamente riguardanti incidenti divertenti accaduti agli altri. Ma quanti di noi sanno ridere anche di se stessi?

L'autoironia e' la medicina piu' potente che ci sia per vivere bene, e sbaglia chi crede che essa sia esclusivamente autoinnata, perche' ironia ed autoironia si possono anche apprendere!

Ma quanto fa bene l'autoironia?


L'autoironia, ovvero la capacita' di ridere di se stessi, e' di grande aiuto per vivere gli eventi che ci accadono piu' serenamente e con maggiore leggerezza.

Oltre ad aiutarci a vivere la vita con leggerezza, la persona capace di autoironia appare (ed e') libera del peso del giudizio altrui, in quanto la capacita' di ridere di cio' che le accade la aiuta a non mettere il proprio ego al centro, ed allo stesso tempo sa decentrarsi e guardare un evento drammatico da un'altra prospettiva, quella che le permette di cogliere anche il lato umoristico!

Un secondo punto a favore del divenire autoironici sta nel fatto in questo modo impariamo ad esorcizzare eventi ma anche anticipare situazioni che, senza l'intervento dell'autoironia, evolverebbero in drammatiche. Una sana risata ha infatti un potere enorme nel prevenire o neutralizzare critiche, provocazioni e brutte figure!

Autoironia e stima di se'


L'autoironia non e' solo qualcosa che ci aiuta a vivere bene con gli altri, ma anche con noi stessi. La persona capace di autoironia infatti, si allena a ridere delle proprie paure e dei propri difetti, rendendo questi suoi aspetti caratteriali meno drammatici, e quindi piu' facilmente accettabili. Imparare a ridere di noi stessi infine ci aiuta a non offenderci davanti alle critiche ricevute, perche' ormai allenati a guardare con "simpatia" ad ogni lato di noi e del nostro carattere.
Ridendo di noi stessi renderemo le persone che ci stanno intorno piu' serene e libere di esprimere i loro giudizi ed i loro pensieri anche su di noi, certe che sapremo cogliere il messaggio dal suo punto di vista comico, senza procurare offese ma esclusivamente ilarita' e simpatia. Tutto questo permettera' a tutti di sentirsi piu' rilassati nella relazione che li coinvolge, contribuendo a rendere le interazioni un crescendo di serenita' e piacere di stare insieme.

"E' solo imparando a ridere di se stessi, che e' possibile giocare in totale armonia e serenita' anche con gli altri".

Perche' non so fare autoironia?

L'incapacita' di praticare l'autoironia ha diverse possibili cause, che possono presentarsi singolarmente o anche, in alcuni casi, coesistere.
Un aspetto che solitamente e' presente nella persone con poca (o nulla) autoironia e' la loro estrema serieta', derivante dal fatto di credere che l'attenzione degli altri sia tutta costantemente centrata sui propri difetti ed errori. Questo continuo sentirsi sotto esame fa si che il soggetto si senta continuamente chiamato a dimostrare la propria perfezione. La non capacita' di ridere di se stesso, fa quindi si che eventuali critiche (magari ironiche!) avanzate da persone conoscenti, vengano intese come pesanti critiche alla propria persona, che vanno ad accentuare la sensazione di non esser stato cosi' perfetto come invece avrebbe "dovuto" e "voluto"....alimentando ancora una volta l'idea che gli altri siano tutti li a guardarlo e a giudicarlo. Queste persone, faticano ad attuare l'autoironia, quindi a ridere di se stesse perche' troppo tese ad apparire perfette, forse per "sopperire" a mancanze che sentono di avere relativamente a qualche ambito di vita e cercando di guadagnare con questo apparire impeccabili il rispetto e la simpatia degli altri...non rendendosi conto che molto spesso quello che le aiuterebbe a vivere meglio non e' l'apparire perfette, ma al contrario, lasciarsi vedere per cio' che si e', compresi i propri difetti, ed imparare a riderci su! Perche' d'altronde...nessuno e' perfetto!!! Ma al contrario, a pensarci bene, chi ha piu' successo e vive meglio e' proprio chi sa sdrammatizzare le situazioni e ridere di se'!

Ironia ed autoironia...in pratica!

La teoria sull'importanza dell'ironia e dell'autoironia e' stata data....ed ora?? Come faccio a sviluppare l'ironia?

Ecco qui di seguito alcune tipiche frasi ironiche che spesso si utilizzano...e sulla scia di queste, ciascuno di noi, in base alle sue esperienze personali ed alle sue caratteristiche personali, potra' "coniare" le sue!

Una prima frase che solitamente i genitori di adolescenti conoscono e' questa: "Ma com'e' ordinata questa stanza! Ci sono passati i vandali?" , facendo ironicamente riferimento ad una stanza completamente sottosopra!

Altra frase ironica e' "Che bella auto!" pronunciata di fronte all'auto di un nostro amico, che piu' che un'auto sembra...un catorcio!

Ancora, un vecchietto che per strada si inciampa e cade a terra, quando un giovane signore gli si avvicina per aiutarlo a rialzarsi, sorridendo il vecchietto gli dice "Eh! Caro ragazzo!! sai...non ci vedo piu' molto bene...e volevo vedere il marciapiede piu' da vicino!!"

Davanti a una persona che palesemente non si e' lavata, dire "Profumi come una rosa!"

...e cosi' via!

Se desideri imparare l'autoironia, scopri le consulenze psicologiche on-line offerte dalla psicologa, e apri le porte al nuovo "te stesso"!


Le mie rubriche

Dott.ssa Laura Canis - Psicologa e psicoterapeuta

Laura Canis
Psicologa e psicoterapeuta

Laureata nel 2007 in Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione. Mi sono occupata di psicodiagnosi e percorsi di sostegno a soggetti in eta' evolutiva presso l'Asl 8 di Chivasso (To), ho iniziato a dedicarmi alla ricerca di quale fosse realmente la mia vocazione, all'interno dell'ambito psicologico. Ho cosi' incominciato a sperimentarmi in contesti diversi, ricoprendo ruoli professionali e mansioni tra loro anche molto differenti, tra cui addetta alla selezione del personale presso un'agenzia di lavoro interinale, psicologa/educatrice (Servizio di Educativa Territoriale), volontaria presso l'associazione DI.A.PSI. per malati psichici e collaboratrice presso la comunita' psichiatrica Il Porto. Col passare degli anni, finalmente la mia ricerca trova la sua risposta! Il mio desiderio si esaudisce quando decido di intraprendere un ulteriore percorso formativo di specializzazione quadriennale avente come obiettivo acquisire gli strumenti per aiutare non solo gli individui, ma anche coppie ed interi nuclei famigliari in difficolta'. Nel 2015 conseguo il titolo di Psicoterapeuta familiare, grazie al quale ho intrapreso una collaborazione quinquennale con l'Asl territoriale di Nichelino e Moncalieri (Torino). Attualmente svolgo l'attivita' di psicologa e psicoterapeuta come libera professionista, presso il mio studio a Torino - Moncalieri e Online Skype Whatsapp.