Lo psicologo per i sintomi dell'ansia

A partire da alcune ricerche, l'Organizzazione Mondiale della Sanita' ha evidenziato come ben il 5 percento della popolazione mondiale soffra di disturbo d'ansia, con una prevalenza del sesso femminile. Dal punto di vista psicologico, l'ansia e' spesso associata a preoccupazioni relative a situazioni personali o familiari. I sintomi che spesso si accompagnano all'ansia vengono erroneamente attribuiti a cause di natura fisica, portando i pazienti a rivolgersi a figure professionali di tipo medico (medico di base, cardiologo, gastroenterologo, etc.) che non possono risolvere il problema alla radice. Lo psicologo puo' fornirti l'aiuto necessario per farlo mediante un percorso di psicoterapia che possa risolvere le cause dei sintomi dell'ansia.

Contatta la psicologa via email

Contatta la Psicologa via Whatsapp

Torna su WWW.IOTIAIUTO.NET

sintomi ansia psicologo Torino Moncalieri Whatsapp Skype online

Lo psicologo per i sintomi d'ansia




Lo psicologo per i sintomi d'ansia - Psicologo psicoterapeuta Online

L'ansia e i suoi sintomi dal punto di vista psicologico

Vi parlero' delle modalita' con cui e' possibile sconfiggere l'ansia, ma prima di tutto cerchiamo di capire cos'e' l'ansia.
L'ansia e' definita come il senso di apprensione che si prova nel prevedere un certo problema, e dal punto di vista fisiologico essa puo' accompagnarsi ad attivazioni tra cui palpitazioni, dolori al petto e/o respiro corto, nausea, tremore, sudorazione, pallore.

Dal punto di vista psicologico, l'ansia e' spesso associata a preoccupazioni relative a situazioni personali o familiari. E' proprio a queste persone che un sostegno psicologico puo' essere utile...perche', nonostante il nostro modello culturale ci insegni che "Chi fa da se' fa per tre", o ancora "Il tempo aggiusta tutto", in realta' e' stato dimostrato che l'aiuto di un professionista puo' aiutare ad alleggerire le tensioni personali e a vivere secondo schemi comportamentali piu' adattivi.
Da non confondere con l'ansia e' invece la paura, ovvero una reazione a un pericolo immediato. Mentre la paura riguarda tendenzialmente una minaccia effettivamente presente nel qui ed ora, l'ansia tende a riguardare una minaccia futura, a qualcosa che potrebbe verificarsi.

L'ansia e la paura non sono necessariamente sensazioni negative, in quanto entrambe hanno un valore adattivo.

L'ansia risulta avere un valore adattivo laddove provata con lieve intensita', in quanto ci aiuta ad individuare pericoli futuri e ci aiuta ad essere pronti ad affrontare eventi impegnativi. Laddove invece l'ansia si presenti con entita' eccesivamente intensa, questa puo' trasformarsi in un evento critico, in quanto anziche' adattiva, si trasformain un ostacolo alla buona riuscita della prestazione che stiamo affrontando. Una caratteristica comune a tutti i disturbi d'ansia sono i livelli d'ansia abnormi per intensita' o frequenza.

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali attualmente in uso (DSM 5; American Psychiatric Association, 2013), afferma che i disturbi d'ansia differiscono dalla normale ansia evolutiva in quanto presenti in forma eccessiva o persistente. Il disturbo d'ansia puo' comparire in situazioni specifiche od essere, al contrario, generalizzata a contesti e situazioni differenti. Nel caso di ansia generalizzata, la principale componente del disturbo, appunto l'ansia, risulta associata a tre o piu' dei seguenti sintomi: irrequietezza, affaticamento, difficolta' a concentrarsi, irritabilita', tensione muscolare e alterazioni del sonno.

A partire da alcune ricerche, l'Organizzazione Mondiale della Sanita' ha evidenziato come ben il 5% della popolazione mondiale soffra di disturbo d'ansia, con una prevalenza del sesso femminile. Nonostante questo, tuttavia, solo un terzo di chi ne soffre, contatta uno specialista per sconfiggere l'ansia, preferendo rivolgersi ad altri professionisti della salute mentale, in quanto i sintomi secondari che spesso si accompagnano all'ansia (insonnia, gastrite, palpitazioni, senso di soffocamento...), vengono erroneamente scambiati come disturbi diversi, che portano i pazienti che ne soffrono a rivolgersi ad altre figure professionali (es. medico di base, cardiologo, pneumologo, gastroenterologo).
Il disturbo d'ansia, quindi, puo' essere un disagio psicologico a se' stante oppure un sintomo correlato e "parte integrante" di altri disturbi psicologici (vedi ad esempio la depressione).

Se soffri di un disturbo d'ansia visita la pagina dedicata ai servizi di consulenza per ricevere aiuto.

Siamo qui anche per te, insieme troveremo un modo per superare questa difficolta'!

Di cosa mi occupo

I disturbi d'ansia, a seconda del contesto a cui essi sono specificamente correlati, si suddividono in:

Sconfiggere l'ansia in 8 mosse

E' ormai risaputo che uno dei principali ostacoli al raggiungimento dei propri obiettivi e' l'ansia.
Ecco qui un facile metodo per provare a sconfiggere l'ansia passo passo, gettando cosi' le basi per raggiungere un buon livello di motivazione personale.

  1. Procedere mediante una visualizzazione (immaginazione) ad identificare i problemi e le situazioni che scatenano l'ansia in noi.
  2. Una volta identificate le varie situazioni responsabili degli attacchi ansiogeni, annota su un foglio i vari problemi, facendo il possibile per essere preciso nella descrizione (che cosa? in quale circostanza solitamente accade? chi e' presente quando accade? accade in momenti della giornata particolari?)
  3. Una volta fatta la lista delle situazione e la descrizione delle situazioni, tentare di identificare cosa ci piacerebbe cambiare.
  4. Il passo successivo, a questo punto e' riuscire ad individuare delle opzioni per risolvere i problemi. Effettua questo passaggio per ogni singola situazione. Graficamente puoi dedicare un foglio ad ogni singolo problema.
  5. Dopo aver stilato le varie possibili soluzioni, rileggere tutte leopzioni e scegliere quella che riteniamo piu' opportuna.
  6. Sviluppiamo un piano per provare l'opzione scelta, definendo nello specifico come poterla realizzare.
  7. Cerchiamo di realizzare quanto pianificato: quando ci accorgiamo che la situazione ansiogena si sta per ripresentare, ricordiamoci di quanto avevamo pianficato e cerchiamo di attuarlo.
  8. Se l'opzione scelta non ottieni il risultato sperato, rileggi la lista delle opzioni che avevi stilato, e tenta di attuare l'opzione successiva.

Questi consigli possono essere utili a molti per sconfiggere l'ansia. Il disturbo d'ansia, tuttavia, sottindende molto spesso delle difficolta' che vanno risolte con uno psicologo

Se soffri di un disturbo d'ansia visita la pagina dedicata ai servizi di consulenza per ricevere aiuto.


Potrebbe interessarti anche:
  • Prurito psicosomatico da stress: riconoscerlo e curarlo
  • Depressione: riconoscerla e guarire
  • Contatta la psicologa

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail*
    Oggetto*
    Messaggio*
    consulenza psicologica Online Skype Whatsapp Laura Canis sintomi ansia Torino Moncalieri

    Articoli di psicologia

    In questa sezione potrai trovare numerose pagine dedicate a varie tematiche psicologiche, quali:

    Stress
    Terapia famigliare e terapia di coppia
    Motivazione e autostima
    Genitori e figli
    Motivazione e autostima